Assegno di Maternità - Anni 2023 e 2024

Dettagli del documento

Data:

giovedì, 08 febbraio 2024

Assegno Maternità Comuni

Descrizione

Assegno di Maternità - Anni 2023 e 2024
(art. 74 del D. Lgs. 26 marzo 2001 n.151, ex art. 66 Legge n. 448/1998, e s.m.i.)

E' un beneficio relativo a nascite, affidamenti preadottivi e alle adozioni senza affidamento concesso alle madri dal Comune di residenza ed erogato dall’INPS, in un'unica soluzione, corrispondente a cinque mensilità. Le cinque mensilità corrispondono al periodo di astensione obbligatorio dal lavoro secondo la normativa vigente. 

Chi può chiedere il contributo:
La domanda può essere presentata dalla madre in possesso dei requisiti previsti.
Le domande devono essere presentate entro 6 mesi dalla data di nascita del minore o dell'ingresso di questi per adozione o affidamento preadottivo.
L'assegno è riconosciuto a coloro che non beneficiano di nessuna indennità di maternità o che percepiscono un’indennità inferiore all’importo del contributo stesso (in quest'ultimo caso verrà concessa la quota differenziale).

Importo dell'assegno:
  • per le maternità relative all'anno 2023 ammonta ad € 1.917,30;
  • per le maternità relative all'anno 2024 ammonta ad € 2.020,85.
Requisiti richiesti:
  • residenza nel Comune di Racconigi nel momento in cui si presenta la richiesta;
  • di trovarsi in una delle seguenti condizioni:
    • cittadinanza italiana o di uno dei paesi dell’Unione Europea;
    • cittadino titolare di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
    • essere cittadino/a titolare della "Carta di soggiorno per i familiari del cittadino comunitario non aventi la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione europea" (articolo 10, decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30);
    • essere cittadino/a titolare della "Carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro" (articolo 17, decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30);
    • essere cittadino/a titolare di permesso di soggiorno ed equiparati ai cittadini italiani, ai sensi del Testo Unico di cui l’articolo 41, comma 1-ter, decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 dispone che "sono equiparati ai cittadini italiani esclusivamente gli stranieri titolari di permesso unico di lavoro autorizzati a svolgere un’attività lavorativa per un periodo superiore a sei mesi, nonché gli stranieri titolari di permesso di soggiorno per motivi di ricerca autorizzati a soggiornare in Italia per un periodo superiore a sei mesi";
  • il figlio deve essere residente nel Comune di Racconigi ed iscritto nella stessa scheda anagrafica del/della richiedente, per tutto il periodo dell’erogazione dell’assegno.
Se l'assegno è richiesto dalle cittadine extracomunitarie, anche il minore, se non è nato in Italia o non è cittadino di uno stato dell'Unione Europea, deve essere in possesso della Carta di soggiorno/Permesso di soggiorno, ossia deve essere iscritto sulla carta di soggiorno/Permesso di soggiorno di uno dei genitori.

Ai sensi della vigente normativa europea e della recente giurisprudenza, sono ammessi al beneficio, fermi gli altri requisiti, tutti i cittadini di uno Stato non appartenente all’Unione Europea in possesso di:
- permesso di soggiorno rilasciato ai fini lavorativi di durata superiore a sei mesi;
- permesso di soggiorno rilasciato per fini diversi dall'attività lavorativa, che consenta di lavorare e autorizzi a soggiornare in Italia per periodi superiori a sei mesi.

Il valore ISEE del nucleo familiare (che includa già il nuovo nato) non deve essere superiore:
  • a € 19.185,13 per le maternità relative all'anno 2023;
  • a € 20.221,13 per le maternità relative all'anno 2024.
Tutti i requisiti richiesti per l’ erogazione dell’assegno devono essere posseduti all’atto della presentazione dell’istanza, pena esclusione.

Si informa che qualora l'attestazione ISEE presenti Omissioni o Difformità, rilevate in esito ai controlli automatici dell'Agenzia dell'Entrate fra quanto dichiarato nella DSU ISEE e i dati presenti nel sistema informativo di anagrafe tributaria, il cittadino richiedente la prestazione deve presentare una nuova DSU ISEE con attestazione priva di Omissioni o Difformità.

A seguito della riforma dell'ISEE, l'assegno di maternità rientra tra le prestazioni di sostegno al reddito rivolte a minorenni, pertanto, in sede di elaborazione della D.S.U. è necessario richiedere espressamente un ISEE per prestazioni agevolate rivolte a minorenni. 

Documentazione da allegare alla domanda:
  • fotocopia della certificazione ISEE in corso di validità (le domande presentate dal 01/01/2024 dovranno allegare l'ISEE 2024) completa di Dichiarazione sostitutiva unica (ISEE ordinario valido per prestazioni agevolate rivolte a minorenni);
  • fotocopia della carta di identità o valido documento di identità e codice fiscale del/della dichiarante;
  • fotocopia del permesso di soggiorno del/la richiedente in corso di validità; se il permesso è scaduto serve anche la ricevuta della richiesta di rinnovo;
  • fotocopia delle coordinate bancarie intestate al/alla dichiarante (Codice IBAN).

Il beneficiario deve comunicare tempestivamente e per iscritto all'Ufficio Assistenza del Comune di Racconigi ogni variazione del nucleo familiare, della residenza e delle modalità di pagamento.

La domanda va presenta tramite mail a ufficio.protocollo@comune.racconigi.cn.it oppure di persona previa appuntamento contattando l'Ufficio Assistenza (tel. 0172/821615).

Creazione

Inserito sul sito il giovedì 08 febbraio 2024 alle ore 12:58:56 per numero giorni 161

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri